guida, santiago road, compostela, pellegrino, francese, portoghese, pista, informazioni

Modo portoghese

La versione portoghese del francese

El Modo portoghese Di solito inizia in due città principalmente:

Lisboa

Porta

Passi

Oggi partiamo dalla città di Lisbona. Vale la pena arrivare un giorno prima della nostra partenza per visitare questa magnifica città. Seguiremo quello noto come Caminho do Tejo, il Sentiero delle frecce blu che guida il pellegrino a Fatima.

Seguiremo il nostro percorso per mano del fiume Tejo, Tago per gli spagnoli. Dobbiamo ricordare che questa parte del Cammino portoghese, non essendo così sfruttata, manca di strade separate da strade. Quindi dobbiamo fare attenzione quando li attraversiamo. Altamente raccomandato di indossare un giubbotto riflettente.

Giornata dura e noiosa. È conveniente alzarsi presto quando fa caldo per evitare le ore più difficili. Va notato che negli ultimi km 16 non avremo servizi per il pellegrino, né ombra. Quindi dobbiamo andare con abbastanza acqua e cibo per arrivare a Santarem.

Il palcoscenico di oggi sarà di nuovo duro, cammineremo attraverso campi di grano e terre vinicole. Dobbiamo essere molto attenti alle frecce gialle e avere la nostra app molto utile in quanto ci sono luoghi in cui possiamo facilmente confonderci.

Oggi ci godremo il Cammino. Cammineremo attraverso rigogliose foreste di eucalipti, strade sterrate e il tratto occasionale di asfalto. Vale la pena arrivare presto a Tomar per visitare il Castello e il Convento.

Nella fase odierna cammineremo attraverso sezioni molto diverse. Dai sentieri che seguono il fiume, aree di pini e lecci e diverse aree di coltivazione che vanno dagli ulivi alle aree di frutteti e alberi da frutto. Sarà una tappa difficile in cui parte del percorso passerà dall'asfalto.

Nella fase odierna cammineremo lungo un'antica strada romana. La strada sarà sassosa nelle aree e questo ci costerà un po 'di più. Nel palcoscenico di oggi per coloro che non vogliono prolungarlo fino a quando Rabacal può passare la notte ad Alvorge.

Oggi abbiamo una sorpresa, la strada corre principalmente via terra. Sebbene avremo ancora piccole sezioni di asfalto. Passeremo attraverso Conimbriga dove possiamo visitare le sue rovine romane. Se vogliamo, possiamo passare la notte nell'ostello privato di questa città.

Oggi la partenza di Coimbra sarà un po 'noiosa. Ma dopo aver lasciato la città, cammineremo lungo i binari, le strade e in alcune sezioni alcune tracce di sabbia. Possiamo goderci il "varietà " offerto dai ristoranti della zona che ci offrono per lo più maialino.

E il giorno è arrivato. Se credessimo che le fasi precedenti fossero state difficili e noiose. Oggi arriva la madre di tutti. Strada, proprietà industriali infinite ... e la compagnia di migliaia di veicoli. Come conclusione positiva abbiamo la città di Agueda che ha il più grande lago naturale della penisola iberica.

Palco per riposare. Non è un palcoscenico che offre qualcosa di speciale. Avremo due possibili partenze da Agueda, una su strada e l'altra attraversando la zona industriale. Quando arriviamo ad Albergaria a Velha possiamo decidere se soggiornare qui o continuare fino a Albergaria a Nova, che ha un ostello privato.

Una breve tappa che possiamo estendere se vogliamo altri 9 km in più per arrivare a Sao Joao da Madeira. La più interessante della giornata sarà la passeggiata attraverso la vecchia zona di Bemposta.

Se ieri abbiamo deciso di prolungare la giornata oggi avremo un passo di circa 20 km. Altrimenti avremo una tappa lunga ma non raggiungerà 30 km. Sentiremo già la vicinanza di Porto, dove cambierà il Camino. Il cambiamento ci darà una scelta se continuiamo lungo il Camino de la Costa o nell'entroterra.

La tappa di oggi ci invita a visitare la meravigliosa città di Porto. Dove oltre alla sua cultura, ai suoi ponti, alle sue chiese, ... possiamo godere di un ambiente molto diverso da Lisbona. Altamente raccomandato di provare la Francesinha, piatto tipico di questa città.

Se abbiamo deciso di continuare su Interior Road, ci aspetta una giornata senza grandi traguardi. Alcuni pellegrini scelgono di lasciare Porto con la metropolitana. Lo lasceremo alla scelta di ognuno.

Oggi godremo di un paesaggio molto diverso da ieri. Oggi attraverseremo piccoli villaggi portoghesi che apriranno le loro porte con la loro spiccata ospitalità.

Oggi incontreremo le prime salite del Camino. Aluna sarà più incline ma nulla che non possiamo superare. Essendo un palcoscenico di lunga distanza, quasi 35 km, se lo desideriamo, possiamo dividere il palco in due durante la notte alla Casa da Fernanda di Vitorino dos Piaes.

Oggi avremo un palco per riposarci dalla lunga giornata del giorno precedente. Solo 17 km ci separano da Rubiaes. Supereremo i costi dispari che saranno difficili per noi, ma nulla che non viene superato passo dopo passo. Va notato che avremo solo servizi in Codecal, quindi vale la pena ricaricare forze e acqua nel bar di questo comune.

Oggi incontreremo alcuni pellegrini che provengono dal Sentiero lungo la costa. Valenca do Minho è un finale di scena molto classico prima di entrare in terre spagnole. Anche se preferiamo possiamo andare a Tui dove ci aspetta anche una bellissima città. Sarà una tappa tranquilla con poche e moderate pendenze.

Nella fase odierna offriamo la versione più breve, anche se per coloro che desiderano possono estenderla a Redondela, passando così per circa 32 km. Avremo un'interessante scalata dall'ostello Mos alla cappella di Santiaguiño (nel caso in cui optiamo per l'opzione lunga, altrimenti la salita ci aspetterà il giorno successivo).

Se decidiamo di fare la breve giornata di ieri, ce ne aspetta un'altra molto simile. Pendii morbidi e paesaggi molto simili. L'ascesa di cui abbiamo parlato ieri alla cappella di Santiaguiño sarà l'unica cosa importante da rivedere su questo palcoscenico.

Oggi sarà una giornata tranquilla, anche se inizieremo a sentire quella presenza di pellegrini a cui non siamo abituati. Nei periodi estivi l'ostello di Pontevedra, che si trova all'ingresso della città, si riempie presto. Quindi è conveniente essere al momento giusto.

Oggi coloro che vogliono tornare alla solitudine della Via possono decidere se seguire la Via Ufficiale o partire per la Variante Spirituale. Un percorso che ricorda il possibile passaggio dei resti dell'apostolo fino al suo arrivo a Santiago. Altamente raccomandato a chi cerca tranquillità. Il resto continuerà di pari passo con la strada nazionale fino a raggiungere Caldas de Reis. Una città famosa per le sue terme termali.

Il Camino ci offre quello che è forse il palcoscenico più bello in termini di paesaggi. Avremo la possibilità di dormire a Padrón, famosa per i suoi peperoni. O levati di mezzo per goderti l'ospitalità del Convento di Herbón.

Infine, dobbiamo attraversare più aree urbane e in gran parte asfaltate. Attraverseremo numerosi villaggi e quartieri per entrare finalmente a Santiago. L'ingresso del Cammino portoghese potrebbe non essere glorioso come i francesi, ma indubbiamente sentiremo la vicinanza dell'Apostolo mentre raggiungiamo la Plaza del Obradoiro.

Punti di interesse

guida, santiago road, compostela, pellegrino, strada francese, strada portoghese, santiago road track, santiago road info

Castello di San Giorgio

È noto come il castello di San Jorge (in portoghese, Castelo de São Jorge) alle rovine di un castello sulla collina di San Jorge a Lisbona. Soprattutto noto semplicemente come Castelo dos Mouros, si trova in una posizione dominante sulla collina più alta del centro storico, offrendo ai visitatori una delle più belle viste sulla città e sull'estuario del fiume Tago, così fa il governo portoghese Grandi sforzi per preservarlo.

Il recinto del castello ha circa 6000 m². L'edificio è costituito da diverse torri e posti di blocco, un fossato e due grandi cortili.

Monastero di Santa Clara A Velha

Il Monastero di Santa Clara de Coimbra, popolarmente noto come Convento di Santa Clara-a-Velha, si trova sulla riva sinistra del fiume Mondego, nel Fretense di Castelo Viegas; Appartenente alla città, alla città e al distretto di Coimbra, in Portogallo, è stato costruito durante una prova dello stile gotico in Portogallo. La sua fondazione, alla fine del XIII secolo, è inserita in un periodo di graduale aumento dell'influenza e dell'accettazione dell'Ordine dei Frati Minori in tribunale e nella società portoghese in generale
guida, santiago road, compostela, pellegrino, strada francese, strada portoghese, santiago road track, santiago road info
guida, santiago road, compostela, pellegrino, strada francese, strada portoghese, santiago road track, santiago road info

Libreria Lello

La libreria Lello (in portoghese: Livraria Lello), nota anche come libreria Lello e Irmão (Livraria Lello e Irmão) o libreria Chardron (Livraria Chardron), è una libreria situata nel centro storico della città di Porto, in Portogallo. Si trova su Rua das Carmelitas144, vicino alla Torre Clérigos (un campanile di arte barocca, costruito da Nicolau Nasoni).

Per il suo valore storico e artistico, la libreria è stata riconosciuta come una delle più belle al mondo da varie personalità ed entità, casi dello scrittore spagnolo Enrique Vila-Matas, del quotidiano britannico The Guardian e dell'editor australiano di guide Pianeta solitario.

Cattedrale di Tui

La cattedrale di Santa María de Tui è, insieme alla concattedrale di Vigo, una delle sedi episcopali della diocesi di Tui-Vigo, in Galizia, in Spagna. La città di Tui si trova all'estremità meridionale della provincia di Pontevedra, vicino al confine con il Portogallo, ed è bagnata dal fiume Miño. In 1959, il nome originale della diocesi: "Diocesi di Tui" fu modificato da quello della diocesi di Tui-Vigo e la collegiata di Santa María de Vigo fu designata come concattedrale. La cattedrale di Tui è il massimo esponente artistico della città e si trova nella parte più alta della città in un castro (Tude) su una collina.

guida, santiago road, compostela, pellegrino, strada francese, strada portoghese, santiago road track, santiago road info

Scarica la nostra app